Famiglia Gapp
Via Pretzenberger 12
I-39056 Nova Levante
Tel.+Fax: +39 0471 613123 info@berghaus-rosengarten.com Modulo contatto - Arrivo

Richiesta express

 

Ferrate nelle Dolomiti

Roda di Vael: Questa via ferrata porta attraverso il crinale nord alla Cima della Roda de Vael, la punta principale del Gruppo del Catinaccio meridionale (2608 m). Punto di partenza è il rifugio Paolina. Salite fino al Passo Vaiolon, da lì ha inizio la via ferrata che porta alla Roda di Vael.
Per il ritorno potete scegliere se: scendere fino al Rifugio Roda di Vael (ferrata assicurata) oppure proseguire sulla via ferrata Masarè e rientrare al Rifugio Paolina - segnaletica n. 539
Il percorso è di media difficoltà e richiede l'utilizzo di un'attrezzatura idonea.

Masaré: Questa via ferrata si ricollega all'estremità meridionale alla Ferrata di Roda di Vael e porta dal Rifugio Roda di Vael in direzione Torre Finestra passando per la Croda Davoi (2700 m circa) fino a Punta Masarè (2585 m). Da qui si scende al Rifugio Roda di Vael. Un itinerario fuori dal comune, che vale sicuramente la pena di esplorare. La via ferrata, di media difficoltà, richiede l'utilizzo di attrezzatura idonea e ha come punto di partenza il Rifugio Roda di Vael (2280 m).

Passo Santner: Per raggiungere la via ferrata del Passo Santner prendete la seggiovia fino al Rifugio Fronza alle Coronelle (già Kölner Hütte - 2339 m) e da lì cominciate l'ascesa. Dopo circa 2 ore e mezza o 3 si giunge al Rifugio Passo Santner (2734 m). Per il ritorno potete ripercorrere la via dell'andata o prendere la ferrata n. 542 che conduce al Rifugio Vajolet passando per il Rifugio Re Alberto, dopodichè proseguendo per la via n. 541 e n. 550 si scavalca il Passo delle Coronelle e si fa ritorno al Rifugio Fronza. Segnaletica: n. 542 s. Il percorso ha un grado di difficoltà medio-alto e richiede l'utilizzo di un'attrezzatura idonea.

Catinaccio di Antermoia: Il Catinaccio di Antermoia (3004 m) è il monte più alto del Gruppo del Catinaccio ed è considerato uno dei punti panoramici più belli delle Dolomiti. La cima del Catinaccio di Antermoia si raggiunge salendo lungo il versante ovest o quello est. Quest'ultimo viene generalmente ritenuto il più impegnativo, ma con l'aiuto di scale e funi è possibile affrontarlo senza particolari difficoltà. Il punto di partenza per la salita è il Rifugio Bergamo al Principe (2599 m). Il percorso lungo il lato ovest ha un grado di difficoltà medio; quello dal lato est medio-alto.

Per avere informazioni da guide alpine esperte su corsi di sentieri attrezzati e ferrate, attrezzatura per vie ferrate e per prenotazioni:
Centro d'Alpinismo Catinaccio, Tel. 0471 61 34 87, www.berge-erleben.com, erich.resch@dnet.it. Orario d'apertura da domenica a venerdì: dalle ore 17.00 alle ore 19.00

Palestre di roccia

Palestra di roccia "Via Nigra": In località Passo Costalunga, sotto via Nigra, si trova una palestra di roccia, con diversi tipi di percorsi di vario grado di difficoltà, per chi vuole prepararsi al meglio alle escursioni in montagna più impegnative.

La Città dei Sassi: In località Passo Sella ai piedi del Sasso Lungo è una palestra di roccia che offre un panorama mozzafiato. Incorniciata dalle cime delle Dolomiti, la Città dei Sassi è nota soprattutto agli appassionati di bouldering. Da Nova Levante si attraversa il Passo Costalunga che porta in Val di Fassa, seguendo sempre la Strada delle Dolomiti, continuando poi verso Cortina d'Ampezzo. Dopo mezz'ora di strada si raggiunge il Passo Sella! Come si dice in Alto Adige: "Berg Heil"!

klettern

Cookies & protezione dati
Impressum

P.IVA 03100510217
Web by Compusol

Galleria
fullscreen
indietro
chiudi galleria